BLOG

LA MUSICA E’ FEMMINA – MILLO CASTRO ZALDARRIAGA

Musica è un sostantivo femminile, ma per trovare tracce di donne nella storia della musica bisogna fare un po’ di fatica.
Non è una cosa così strana, purtroppo: in molti campi infatti è difficile trovare in primo piano donne che abbiano fatto la storia, non perché di donne con la D maiuscola non ce ne siano state, anzi, ma perché il contesto spesso le ha messe in ombra, o quanto meno ha cercato di farlo.

Sono profondamente convinta che non abbia alcun senso parlare di musica dividendola in base al genere di coloro i quali l’hanno composta o interpretata, ma è un dato di fatto che purtroppo anche in quest’ambito le donne non abbiano avuto le stesse possibilità degli uomini.
Alcune di queste donne, però, sono state così caparbie non solo da riuscire a trovare un loro ruolo nella musica ma anche ad essere delle pioniere nel loro campo.

STORIE DI DONNE, DIRITTI E PASSIONE

Se penso a una donna che ha sconfitto i taboo sul ruolo femminile nella società e in particolare nella musica, mi viene in mente un nome poco conosciuto legato all’isola che porto nel cuore: Cuba.
Millo Castro Zaldarriaga è stata una suonatrice di tamburi nella Cuba degli anni ’30, quando al governo c’era Gerardo Machado, quinto presidente dell’isola, che divenne poi un vero e proprio dittatore e fu costretto a dimettersi dopo le rivolte che sfociarono in una guerra civile nel 1933.
Ai tempi non era permesso alle donne suonare i tamburi: sebbene Millo vivesse in una casa in cui anche le altre sorelle facevano musica, il padre era irremovibile nelle sue convinzioni riguardo la possibilità per la figlia di avvicinarsi agli strumenti a percussione.
Fu proprio grazie alle sorelle che Millo potè avvicinarsi ai tamburi, studiando di nascosto dal padre ed entrando poi a far parte della prima band cubana formata da sole donne, fondata proprio da una delle sue sorelle, Concéption “Cuchito” Castro.
La band femminile Anacaona nacque a Cuba nel 1932, in un mondo musicale interamente dominato dagli uomini, in un contesto nel quale si pensava che le donne non fossero all’altezza di suonare il son cubano, ed ebbe un tale successo da varcare i confini dell’isola.
Nel 1937 le ragazze suonarono addirittura alle celebrazioni per il compleanno del presidente Franklin Delano Roosvelt: Millo aveva solo quindici anni ed era già considerata una grandissima percussionista jazz. Nella sua carriera, con l’Anacaona band suonò in tutto il mondo, a fianco di artisti del calibro di Dizzy Gillespie, Celia Cruz, Duke Ellington e Cab Calloway.

Illustrazione: Raphael Lopez per Drum Dream Girl

Alla storia di Millo Castro Zaldarriaga è stato dedicato anche un libro per bambini intitolato Drum Dream Girl, scritto da Margarita Engle, poetessa, scrittrice e giornalista con origini cubane, e illustrato da Rafael Lopez.
La musica nasconde storie di caparbietà, di forza e di coraggio di donne che hanno permesso a tutte noi che lavoriamo in questo ambiente di poterlo fare e sono state un tassello fondamentale dell’emancipazione femminile, in tanti paesi del mondo.
Quella di Millo è solo una delle tante che vanno raccontate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *